Home Iniziative

0 740

FOTOGRAFIE           SLIDE SHOW

 

DIABETE IN CAMMINO… 2012 – SECONDA ULTRAMARATONA A TAPPE, DA LANUSEI ALLA PROVINCIA DI ORISTANO

Dopo l’entusiasmante esperienza del 2011, con l’ultramaratona a tappe che da Oristano ci ha portato a Santulussurgiu, quest’anno replichiamo con la seconda edizione  che ci porterà da un capo all’altro della Sardegna in linea trasversale, partendo da Oristano per raggiungere Lanusei.

L’ORGANIZZAZIONE sarà a cura dell’A.N.I.A.D. Sezione Sardegna onlus (Associazione Nazionale Italiana Atleti Diabetici) e del Servizio di Diabetologia della ASL 5 di Oristano.

Nell’ambito del periodo precedente l’evento, che sarà verosimilmente realizzato tra il 28 aprile ed il 1° maggio 2012 , i partecipanti seguiranno un percorso formativo ad hoc:

  1. protocollo di allenamento basato sulle distanze da ricoprire nell’ambito dell’ultramaratona
  2. acquisire/rafforzare  la metodica per il counting dei carboidrati e la conseguente impostazione della terapia insulinica
  3. acquisire/rafforzare  le conoscenze per una idonea modulazione della terapia insulinica in funzione dell’attività fisica svolta.

GLI OBIETTIVI dell’iniziativa, in sintonia con le premesse , sono principalmente due.

 

Obiettivo Primario (educazione)

sperimentare sul campo gli effetti dell’esercizio fisico sulla glicemia. Apprendere come modificare le dosi di insulina prima e dopo esercizio fisico. Come alimentarsi prima ,durante e dopo esercizio fisico intenso.

 

Obiettivo secondario (sensibilizzazione)

Incontrare la popolazione per discutere sull’importanza dell’esercizio fisico nel prevenire e curare il diabete tipo 2 e nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. Dimostrare sul campo che tutti possono praticare esercizio fisico.

 

MODALITA’:

si tratta di realizzare l’attraversamento della Sardegna in senso trasversale, partendo da Oristano per raggiungere Lanusei attraverso quattro tappe in quattro giorni, camminando all’interno di percorsi tradizionali e/o alternativi studiati precedentemente.

Vitto ed alloggio sarà assicurato presso agriturismo e B&B.

 

LOCALITA’  DISTANZE E PERIODO    (in via di definizione)

 

27 aprile Da Oristano a Ales (attraverso il Monte Arci) km 35

28 aprile da Lanusei  a Ussassai   km 31

29 aprile da Ussassai a Seulo        km 32

30 aprile da Seulo      a Laconi       km 31

1 maggio da Laconi   a  Gonnos     Km 28

 

 

PARTECIPANTI

 

La partecipazione è aperta a diabetici di tipo 1 e 2.

Alla luce delle risorse economiche disponibili sarà possibile assicurare la partecipazione 

gratuita all’iniziativa alle prime 15 adesioni.

Potrebbe essere necessario partecipare alle spese complessive con il versamento di una piccola quota che, in ogni caso, sarà ufficializzata per tempo.

Saranno altresì presenti 4 Operatori Sanitari (Medici e Podologo)

1 Operatore fotografico

 

ORGANIZZAZIONE TIPO DI UNA GIORNATA

Briefing inerente l’individuazione della terapia insulinica da praticare ad ogni pasto in funzione del counting dei carboidrati, del rapporto individuale insulina/carboidrati, dell’indice di sensibilità insulinica e dell’attività da svolgere.

Ogni due ore di cammino sarà effettuata una sosta di ½ ora per verificare l’andamento delle glicemie (ipo e iper), analisi delle varie situazioni ed eventuali correzioni.

Col podologo si valuteranno eventuali problemi ai piedi dovuti alla lunga camminata.

All’arrivo nella sede  della tappa, previo accordo con l’amministrazione comunale e le associazioni del luogo, si terrà un incontro con la popolazione al fine di condividere l’importanza che l’esercizio fisico e la corretta alimentazione hanno nel prevenire e curare il diabete tipo 2  ma anche nel ridurre i rischi di malattia cardiovascolare o di tumori.

A termine della giornata verranno elaborati e discussi tutti i dati raccolti comprese le riflessioni

estrapolati da appositi diari personali contenenti le notizie sulla terapia svolta e l’alimentazione

Il Podologo effettuerà ulteriori controlli al fine di verificare eventuali necessità.

 

Oltre alle amministrazioni comunali e le associazioni dei  comuni di arrivo, saranno interessati e sensibilizzati all’iniziativa anche  quelli attraversati lungo il cammino.

Ciascuna giornata sarà  documentata inoltre  con foto e filmati da  poter utilizzare come materiale a fini educativi per  persone con diabete e non, e nelle scuole.

 

PER LE ADESIONI COMPILARE IL MODULO SOTTOSTANTE ED INVIARLO TRAMITE MAIL A:   aniadsardegna@tiscali.it ENTRO IL 31 MARZO 2012

A.N.I.A.D. Sezione Sardegna onlus

Associazione Nazionale Italiana Atleti Diabetici

Via Tirso 149 – 09170 Oristano (OR)

C.F. 90035230953

www.aniadsardegna.it e-mail   aniadsardegna@tiscali.it

 

il/la Sottoscritto/a ____________________________________________________________

 

Nato/a  A  _________________________________ _____ IL __________________________

 

Residente A _______________________________ Via _______________________________

 

e-mail _______________________________________ _    Tel. _________________________

 

Tipo di Diabete ______  dal ___________________

 

Terapia              Multi iniettiva                       Microinfusore

 

Chiede  di poter partecipare all’iniziativa dal titolo:

Diabete in Cammino…. Seconda ultramaratona a tappe Da Oristano a Lanusei

 

CONSENSO_AL_TRATTAMENTO_DATI_PERSONALI

 

 

 

Si presto il consenso                                                                 No non presto il consenso

Firma   e data

 

__________________________________________________________

0 663

Il 14 dicembre 2011, in occasione della Giornata Mondiale del Diabete , presso il Salone d’onore del CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano), in Roma Foro Olimpico, e sotto l’alto patrocinio del Presidente della Repubblica, si è svolto l’annuale appuntamento con il Changing Diabetes Sport Day.
Ovvero la consegna di riconoscimenti ad atleti con diabete, persone, associazioni e medici che si sono contraddistinti nel corso dell’anno per attività e particolari iniziative tese a sensibilizzare l’opinione pubblica e le Istituzioni verso la problematica del diabete, e dell’attività fisica.
Quest’anno sono stati individuati e premiati le seguenti iniziative:

  • “I campioni dello sport a supporto del diabete” : l’impegno della Nazionale di Hockey e del team ciclistico professionistico Acqua e Sapone in Changing Diabetes®
  • “Ciclismo & Diabete” : dalle Fiandre al Giro d’Italia, i muri da affrontare
  • “Diamo un calcio al diabete”: l’esperienza di adolescenti e adulti negli sport di squadra
  • “Coast to Coast” : insieme tra l’Adriatico e il Tirreno”due passi” per sconfiggere il diabete
  • “DiAtletica” : la regina degli sport e il diabete
  • “Il mio amico cavallo” : trecking sulle orme dei Promessi Sposi
  • “Il Diabete e subacquea”: un mondo sommerso

A.N.I.A.D. Sardegna ha ricevuto un riconoscimento per: “Diamo un calcio al diabete”: l’esperienza di adolescenti e adulti negli sport di squadra”, e per l’eccellente risultato conseguito al primo meeting nazionale di atletica leggera svoltosi a Tirrenia (PI) a settembre: “DiAtletica” : la regina degli sport e il diabete sono stati premiati Giuseppe Scrugli, Piero Manca e Alessandro Manca.

0 693

locandina_nov_2011

Anche quest’anno siamo stati in prima linea nell’organizzare alcuni momenti dedicati alla celebrazione della GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE che, come è noto, rappresenta, dalla sua istituzione avvenuta nel 1991 ad opera della International Diabetes Federation (IDF) e della World Health Organization (OMS), la principale campagna per la prevenzione e la diffusione di informazioni sul diabete.
Sollecitati in particolar modo dal Dr. Maurizio Mallocci, Sindaco del Comune di Albagiara, ci siamo piacevolmente trovati partner del Servizio di Diabetologia della ASL 5 di Oristano nella organizzazione di due importanti appuntamenti che avranno luogo proprio nel territorio di Albagiara.
Pertanto, all’insegna dello slogan
“Diabete in Cammino… conoscere, prevenire e curare SUBITO”
e con il patrocinio di
Unione dei Comuni Alta Marmilla, Consorzio Due Giare, Amministrazione Provinciale di Oristano, CONI Provinciale di Oristano
abbiamo organizzato:

  • Venerdì 11 novembre ore 17:00 presso il Centro di Aggregazione Sociale di Albagiara, un convegno/dibattito aperto alla popolazione;
  • Domenica 13 novembre con inizio alle ore 8:30, una camminata salutare dal centro abitato di Albagiara alla Giara in località S’Alla Padenti.

escursione gmd 2011_2

escursione gmd 2011_1

convegno gmd 2011_2

convegno gmd 2011_1

0 659

27 febbraio 2011
Luogo di allenamento: Monte Arci. (visualizza itinerario e foto)
Distanza percorsa: 15 Km.
Dislivello 600 mt.
Durata: 5 ore compresa la sosta per uno spuntino
Note: una pioggia durata fino alle 8:30 e oltre ha determinato alcune assenze e un ritardo sull’orario stabilito per la partenza.

13 marzo 2011
Luogo di allenamento: Penisola del Sinis (visualizza itinerario e foto )
Distanza percorsa: 15 Km.
Dislivello 0 mt.
Durata: 3,5 ore compresa la sosta per uno spuntino.
Note: una pioggia battente fino ad oltre le ore 10:00 ha fatto desistere il gruppo dall’intraprendere l’escursione, effettuata invece da soli 4 componenti .
Il percorso si è sviluppato a partire dal parcheggio di San Giovanni di Sinis verso il Capo San Marco e viceversa, e sempre dallo stesso parcheggio verso la torre di Seu all’interno dell’omonima Oasi e viceversa.
Itinerario e foto
17 marzo 2011
Luogo di allenamento: Penisola del Sinis (visualizza itinerario e foto)
Distanza percorsa: 15 Km.
Dislivello 0 mt.
Durata: 3,5 ore compresa la sosta per uno spuntino.
Note: Nonostante la pioggia battente che caratterizza l’inizio della mattinata questa voltasi decide comunque di iniziare l’allenamento. Unica conseguenza uno stop di circa mezz’ora a metà mattina poi la giornata volge al bello e possiamo completare l’escursione. Il percorso si è sviluppato a partire dal parcheggio di San Giovanni di Sinis verso il Capo San Marco e viceversa, e sempre dallo stesso parcheggio verso la torre di Seu all’interno dell’omonima Oasi e viceversa.
20 marzo 2011
Luogo di allenamento: Putzu Idu e dintorni (visualizza itinerario e foto)
Distanza percorsa: 18 Km.
Dislivello 0 mt.
Durata: 5 ore compresa la sosta per uno spuntino.
Note: Il percorso si è sviluppato a partire dalla spiaggia di Putzu Idu verso Sa Rocca Tunda , Su Crastu Biancu, la Torre di Scaue Sai, l’ingresso della pineta di Is Benas e viceversa.
Immancabile ormai l’appuntamento con la pioggia che ci ha accompagnato nella fase di rientro per circa ½ ora dopo la pausa per lo spuntino.

0 715

DAL 28 APRILE AL 1° MAGGIO 2011

LEGGI IL PROGRAMMA

LEGGI I RESOCONTI DEGLI ALLENAMENTI

PRIMO RESOCONTO TECNICO

L’ultramaratona della Provincia di Oristano nasce da un’idea/progetto del Servizio di Diabetologia della ASL 5 di Oristano, nell’ambito delle convinzioni scientifiche che ormai da tempo e per fortuna sempre più condivise, reputano gli effetti dell’attività fisica sul compenso glicometabolico, lipidico e psicofisico benefici e positivi soprattutto nei pazienti affetti da diabete.

 

L’obiettivo primario si propone di dimostrare appunto quali e quanti benefici produce su pazienti con diabete la pratica regolare dell’esercizio fisico.

Mentre quello secondario non meno importante si propone di fornire ai partecipanti indispensabili elementi per rafforzare lo strumento dell’autocontrollo.

 

Come ANIAD Sezione Sardegna, siamo stati invitati  a collaborare alla realizzazione del progetto, e ne siamo ben felici.

Non foss’altro perché attraverso l’iniziativa si concretizzano quei principi statutari che sono alla base della nascita dell’Associazione.

Ciascun centro una volta raggiunto, sarà sede di conferenza/dibattito con la cittadinanza sui temi legati alla prevenzione e cura del diabete.

I centri interessati, sono quelli indicati nella mappa, e formano l’oggetto di 4 tappe da realizzare  in quattro giorni, e più precisamente:

Ales/Pau, Samugheo, Ghilarza, Santulussurgiu  saranno raggiunti camminando secondo dei percorsi tradizionali e/o alternativi (su strade secondarie), comunque sempre con la più assoluta attenzione alla sicurezza prima di tutto.

28 aprile – prima tappa – Oristano _ Ales/Pau 35 km circa

29 aprile – seconda tappa – Ales/Pau _ Samugheo 39 km circa

30 aprile – terza tappa – Samugheo _ Ghilarza  31 km circa

1° maggio – quarta tappa – Ghilarza _ Santulussurgiu 20 km circa

 

Il gruppo di partecipanti sarà ovviamente assistito per tutto il tempo da uno staff medico e di operatori sanitari .

La sistemazione nei luoghi raggiunti sarà garantita all’interno delle strutture ricettive presenti (B&B, Alberghi, Agriturismo etc..)

 

Gli step dell’iniziativa sono sinteticamente riassumibili  come di seguito:

 

  • entro il 31 gennaio 2011 raccolta delle adesioni (max 15)

 

  • entro il 15 febbraio illustrazione del progetto completo ai partecipanti e consegna del protocollo di allenamento.

 

    • tra il 15 febbraio e il 28 aprile sviluppo degli allenamenti e tenuta dei diari personali.

(vai alla sezione allenamenti)

 

 

Criteri di inclusione:

1 – Pazienti Diabetici di Tipo 1 e tipo 2

2 – Durata del Diabete > 1   anno

3 – età  20-50  anni al momento dello screening

5 – praticanti attività fisica regolare e sedentari

6 – Trattati con dieta e insulina e/o ipoglicemizzanti orali

7 – Abili al cammino prolungato senza assistenza

8 – Eleggibili dopo algoritmo di valutazione cardiologica

 

 

 

 

Verranno studiati:

  1. aspetti metabolimetrici, quali la VO2 VCO2,
  2. QR,
  3. la soglia anaerobica,
  4. l’utilizzo dei substrati e il dispendio energetico
  5. aspetti cardiometrici quali cardiometria, impedenza, monitorizzazione del volume, gittata cardiaca, frazione di eiezione, indice cardiaco
  6. Determinazione dello stress ossidativi

 

 

Per le adesioni ci si può rivolgere direttamente al Servizio di Diabetologia presso l’Ospedale San Martino di Oristano, oppure contattando l’Associazione tramite mail ( aniadsardegna@tiscali.it) , oppure direttamente al sottoscritto al n° di telefono 340 0543583

 

Allo stato attuale non sono previsti costi a carico dei partecipanti. Solo qualora sponsor e casse dell’Associazione non fossero sufficienti a coprire tutti i costi potrebbe essere richiesto un piccolo contributo di partecipazione.

 

A presto

 

Marcello Grussu

 

0 638

Chi ha ideato, voluto ed  organizzato questo Grand Prix di atletica leggera per atleti con diabete può di certo compiacersi con se stesso e con quanti hanno contribuito a realizzarlo.

Passare dall’esperienza consolidata di 5 tornei di calcetto interregionale a quella di far praticare l’atletica su pista ad oltre 50 persone poteva rappresentare un bel salto nel buio con tutte le incognite e le insidie che questo poteva rappresentare, non foss’altro perchè a calcio tutti più o meno sono pronti a cimentarsi, mentre nelle nobili discipline della corsa, piuttosto che del salto in alto o getto del peso etc… non è né semplice competere né facile trovare stimoli e gratificazioni.

Le discipline su pista rappresentano innanzi tutto la misura del valore del singolo e la capacità a confrontarsi/misurarci con gli altri.

Quando si praticano sport individuali non si può bleffare.

E qui diventa facile il paragone e l’analogia con il diabete, un’eterna sfida tra il singolo e la patologia, la misura continua di quanto vale “Lui” e di quanto invece valiamo noi che lo abbiamo addosso come un avversario che vuole continuamente superarci e vincere…..

 

Un fine settimana all’insegna del più puro divertimento ma anche di aperto confronto come sempre avviene in queste occasioni tra di noi, e tra noi e i medici presenti.

 

Al di là del risultato (sportivo ed organizzativo elevato), se guardiamo bene dentro al contenuto di quei tre giorni dal punto di vista della persona con diabete sono certo di poter affermare che questi momenti arricchiscono più di ogni altro, e più di ogni altro determinano crescita e consapevolezza nel sapersi gestire.

 

Ho la reale percezione che da questa esperienza di Formia tutti ne avranno un sicuro beneficio, ma alcuni più di altri.

Il riferimento naturalmente è a coloro che più di tutti  sprigionavano palese  curiosità e soddisfazione.

 

Come afferma Sabrina, che occorre ringraziare per essere stata la sola ad averci creduto sin dall’inizio,  “VINCERE E’ STATO BELLISSIMO”.

Ma ancora  più bello  è averlo fatto  nel contesto che si è creato.

Ancora complimenti e grazie a tutti.

Un ringraziamento particolare a Bayer Divisione Diabetes Care che ha sponsorizzato l’evento

 

Shosholoza

 

Marcello

 

 

p.s.   a breve un resoconto anche tecnico

Resta in contatto