Home Authors Creato daadmin

admin

39 Articoli 0 commenti

0 1376

DAL 12 AL 14 SETTEMBRE 2014

 

 

Discutiamo se…

….Se non avessi IL DIABETE …..

  • SAPREI DISTINGUERE TRA CORRETTI STILI DI VITA E NO?
  • SAPREI RICONOSCERE LE PECULIARITA’ DEI DIVERSI NUTRIENTI?
  • PRATICHEREI CON CONVINZIONE E CONTINUITA’ DELLO SPORT?

 

MA, CHISSA’, FORSE….

INTANTO PERO’ HO IL DIABETE E DEBBO ASSOLUTAMENTE

  • SAPER DISTINGUERE ED APPLICARE CORRETTI STILI DI VITA
  • SAPERE COSA CONTENGONO I NUTRIENTI
  • PRATICARE CON CONTINUITA’ DELL’ATTIVITA’ FISICA

PROVIAMO ALLORA A TRASFORMARE

IL DIABETE IN UN’OPPORTUNITA’.

  • Proviamo ad individuare ed interpretare al meglio comportamenti salutari.
  • Scoviamo dove si “annidano” i carboidrati,  proteine, e  grassi.
  • Scopriamo come e quale tecnologia ci facilita nella gestione della terapia
  • Proviamo a comprendere quale esercizio fisico è meglio praticare, come affrontarlo e guadagnare la consapevolezza di poter praticamente fare quasi tutto.

 

L’A.N.I.A.D.  Sardegna, in collaborazione con il Servizio di Diabetologia della ASL di Oristano organizza due giornate residenziali dedicate a persone con diabete di tipo 1 con lo specifico intendimento di perseguire i seguenti obiettivi:

  • rafforzare le conoscenze per un corretto autocontrollo
  • Acquisire competenze per il calcolo dei carboidrati e la corretta impostazione della terapia insulinica
  • Acquisire competenze per la corretta gestione dell’esercizio fisico e la prevenzione delle crisi ipoglicemiche
  • Valorizzare il ruolo della persona con diabete nella gestione quotidiana della terapia.

 

Periodo di svolgimento:  dal 12 settembre al 14 settembre 2014

Luogo di svolgimento : Agriturismo Menhirs

Destinatari: 20 persone con diabete di tipo 1                      Durata del diabete > di 1 anno

Età da 18  anni in sù

 

Figure coinvolte: Diabetologo,  Psicologo, Dietista, Infermiera Laureato in Scienze Motorie e Specialista in Fitness Metabolica, Diabetici esperti.

Articolazione del programma:

Cos’e’ l’insulina e la sua cinetica

Perché controllarsi la glicemia

Escursione in bike

Come è la glicemia prima e dopo

Pranzo:dove sono i carboidrati e quanti carboidrati ci sono in quello che mangio

Valutare le porzioni

Calcolo del rapporto insulina carboidrati

Calcolo dell’indice di sensibilità insulinica

Come l’esercizio fisico influisce sulla glicemia

Come dosare l’insulina quando faccio esercizio fisico

Cosa è  la terapia con il microinfusore

Come è  il monitoraggio continuo della glicemia

contenuto di carboidrati per classe di alimenti

La seconda giornata sarà dedicata alla rivisitazione/approfondimento  degli argomenti e delle problematiche affrontate nel corso della prima sessione, ed all’esposizione, a cura del laureato in scienze motorie, degli esercizi fisici più idonei ed appropriati.

Seguirà, sempre nell’arco della medesima giornata, una prova pratica di gruppo tesa ad esemplificare attraverso una sessione di camminata veloce ed alcuni esercizi di allungamento muscolare, le modalità per fare esercizio aerobico e i vantaggi conseguenti.

0 1387

I° Campionato Europeo Atleti Diabetici

II° Campionato Nazionale ANIAD

10 Km su strada, nell’ambito del V° Trofeo Hernica Saxa

 

Anagni (FR) 29  giugno 2014 ore 21:30

 

                  E’ indetto il I° Campionato Europeo Atleti Diabetici e II° Campionato Italiano ANIAD di 10 Km su strada.

I campionati si svolgeranno ad Anagni (Frosinone) il 29 giugno 2014 e saranno inseriti nell’ambito del V° Trofeo Hernica Saxa organizzato dalla società Runners Club Anagni, oltre che nel circuito 2014 come tappa “CORRI REGIONE”.

I campionati sono organizzati da ALAD, sezione regionale laziale dell’ANIAD Onlus e sono supportati dal gruppo di studio interassociativo SID e AMD sull’attività fisica delle persone con diabete (GAF). Obiettivo generale dell’evento che li ospita è dimostrare che, se ben curata e allenata, la persona con diabete è in grado di praticare un’attività sportiva anche a livelli di impegno elevati. Obiettivo specifico è creare i presupposti di un’alleanza forte che inserisca appieno la persona con diabete nell’ambito del team diabetologico.

E’ prevista infatti anche la partecipazione a una camminata libera a tutti coloro che ne hanno voglia compresi diabetologi e infermieri, come parafrasi del lavoro di gruppo e del team diabetologico su una distanza di circa 3.3 km.

IMPORTANTE:

Sarà predisposto un trasporto da Roma ad Anagni e viceversa + alloggio gratuito in albergo per i primi 20 atleti italiani e 25 stranieri che si iscrivono entro il 30 aprile 2014, invece per gli atleti italiani la data di scadenza iscrizione e’ per il 10 maggio; dopo tale data sarà disponibile un pacchetto atleta agevolato.

E’ gradito che le Nazionali straniere che parteciperanno al Campionato Europeo Atleti Diabetici gareggino con i colori dei  completi  sportivi della propria Nazione.

0 1390

REGOLE PER LA PARTECIPAZIONE

LA BROCHURE DELL’INCONTRO / DIBATTITO

LE FOTOGRAFIE

PARTECIPANTI E CLASSIFICA FINALE

COGNOME NOME PROVENIENIENZA Diabete tempo POS. ASSOLUTO POS.  CATEGORIA
1 Colussi Luca S. GIORGIO DI NOGARO tipo 1 1h 28′ 22” 91 19
2 Menenti Mauro ANAGNI tipo 1 1h 31′ 03” 135 30
3 Manca Alsessandro SOLARUSSA tipo 1 1h 32′ 21” 158 33
4 Fimiani Salvatore NAPOLI tipo 1 1h 35′ 16” 229 57
5 Sebis Marco SAN GAVINO MONREALE tipo 1 1h 41′ 53” 368 70
6 Mancosu Salvatore SENEGHE tipo 1 1h 41′ 57” 372 55
7 Tiddia Giovanni TEULADA tipo 1 1h 43′ 31” 408 39
8 Musu Manuela QUARTU SANT’ELENA TIPO 1 1h 43′ 47” 414 3
9 Tetti Ugo MARRUBIU tipo 2 1h 43′ 54” 417 11
10 Saulig Pierpaolo UTA tipo 2 1h 46′ 27” 461 68
11 Lorenzo Bianchi COLLEFERRO psicologo 1h 47′ 24” 475 36
12 Zucca Giampaolo CABRAS tipo 2 1h 50′ 50′ 537 86
13 Mameli Benedetto SIAMAGGIORE tipo 1 1h 52′ 23” 558 97
14 Gigante Alfonso NUORO diabetologo 1h 59′ 33” 634 101
15 Firinu Anna ORISTANO tipo 1 2h 15′ 13” 699 12
16 Giacomodonato Rocco PORTOCANNONE tipo 2 2h 28′ 32” 716 129
17 Corriga Carmine BAULADU tipo 2 2h 37′ 51” 718 109
18 Grussu Marcello ORISTANO tipo 1
19 Ippolito Enrico PARMA tipo 1
20 Priori Giuliano SEGNI tipo 1
21 Scrugli Giuseppe NUORO tipo 1
22 Madau Gianfranco SOLARUSSA diabetologo
23 Kornijenko Alionka S. GIORGIO DI NOGARO 1h 32′ 37” 163 4

    0 1777

    In data 4 luglio 2013 , cinque associazioni sarde che si occupano della tutela di bambini, giovani e adulti con diabete, AGDIA Onlus Nuoro,con sede a Orosei, ANIAD Sardegna, con sede a Oristano, Diabete Zero Onlus, con sede a Cagliari, Diabete Iglesias Onlus, con sede a Iglesias e Vela Diabetica, con sede a Cagliari, si sono unite in un’unica federazione con denominazione Federazione Diabete Sardegna. La particolare condizione della Sardegna, che insieme alla Finlandia la vede prima al mondo per numero di casi di diabete infanto-giovanile, nella fascia d’età 0-14 anni, oltre che al consistente e continuo aumento del diabete dell’adulto, ha visto proliferare la nascita di diverse associazioni che si occupano del problema. Il fenomeno, seppure dettato da buoni propositi e dalla volontà di venire incontro alle esigenze delle persone affette da diabete, molto spesso, oltre che una dispersione di forze  e di idee,  si è dimostrato un ostacolo nei rapporti con le istituzioni.

    Alla  gravità della situazione del diabete in generale, dichiarata nel Piano Sanitario Regionale, oltre che in quello Nazionale, in Sardegna non corrisponde un elevato livello di assistenza, con profonde differenze tra una provincia e l’altra e tra una ASL e l’altra.

    Partendo da questi presupposti, le nostre cinque associazioni, che al loro interno racchiudono tutte le varie ipotesi di iscritti e le varie esigenze delle persone con diabete, dal bambino al giovane, dall’adulto allo sportivo, unendo le forze intendono portare avanti con una chiara e forte unità d’intenti le richieste e le esigenze della maggior parte ei diabetici, mettendo a confronto le varie realtà della Sardegna, con lo scopo di riuscire a diventare interlocutori credibili delle istituzioni.

    La Federazione è aperta alla eventuale partecipazione di altre associazioni  che abbiano i requisiti previsti nello statuto della stessa e che, con il loro ingresso sicuramente daranno più forza a un’organizzazione che dovrà impegnarsi tanto per difendere i diritti dei diabetici sardi e in qualche caso, battersi per aiutare le persone che a causa dei gravi disagi che deve affrontare periodicamente per accedere alle cure, talvolta vede compromesso il diritto alle stesse.

    Antonio Farris

    Presidente Federazione Diabete Sardegna

    0 1286

    il 3 e 4 luglio 2014 A.N.I.A.D. Sardegna in collaborazione con Servizio di Diabetologia Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Brotzu di Cagliari hanno organizzato e realizzato il 9° incontro annuale dedicato a bambini con diabete della 1^ e 2^ infanzia insieme ai loro genitori – L’iniziativa si è svolta in forma residenziale presso l’Hotel Setar di Flumini di Quartu Sant’Elena (CA), ed ha visto partecipare 15 famiglie provenienti dai territori di Cagliari, Iglesias e Carbonia, Nuoro e Oristano. Due giorni dedicati all’approfondimento di diversi temi, ed in particolare:
    • l’autocontrollo
    • l’ipoglicemia
    • la differenze tra terapia multi iniettiva e microinfusore
    • l’alimentazione, liste di scambio e Counting dei Carboidrati
    • l’importanza dell’attività fisica
    su quest’ultimo aspetto è stata particolarmente gradita e apprezzata la testimonianza di Anna, atleta con DT1 che nella scorsa primavera ha portato a conclusione la sua prima maratona (42 km), in quel di Cagliari.
    L’occasione è stata infine utile per inquadrare meglio alcuni aspetti riguardanti il ruolo delle Associazioni nel complesso mondo del diabete.

    0 1176

    Senza dubbio una gran bella esperienza, per la quale ringrazio ancora gli amici dell’ANIAD Brescia, i diabetologi dell’AMD Veneto e Roche-Diagnostics che ci hanno offerto questa possibilità.

    L’occasione è stata veramente propizia sotto diversi punti di vista.

    Intanto  è servita a  fare nuove conoscenze e  a  consolidarne altre che fino ad allora si erano limitate a contatti telefonici o qualche scambio di battute su FB,  ma è servita anche  perché sul piano della gestione del diabete la gara si è rivelata fonte di nuovi insegnamenti  e di conferme. Tra queste ultime una sopra ogni altra, ovvero,   come dice un amico:

    “ quando credi di aver capito tutto sul diabete, scopri invece che non hai capito un c….”

    Dal punto di vista sportivo, inoltre, ha rappresentato il ritorno  alle gare di una certa distanza  dato che dal 2008, anno in cui ho corso la mia ultima maratona, una serie di infortuni con particolare riguardo alle ginocchia,  non mi hanno permesso, se non dopo lunghi e faticosi periodi di recupero, di andare oltre qualche mezza maratona.

    Debbo aggiungere  che oltre l’ostacolo fisico, anche quando questo è stato superato, verosimilmente in questi anni si è frapposto tra me e le competizioni lunghe, un ostacolo di carattere mentale. Quasi come se il mio inconscio mi ordinasse di non tentare neppure di immaginare sedute di allenamento e tabelle rivolte alla maratona, pena incorrere ancora una volta in infortuni e lunghi tempi di fermo.

    Tracciare il mio profilo metabolico relativamente alla gara non può prescindere da quanto accaduto  già dal giorno prima e dagli stati emozionali attraversati durante la competizione.

    Il pomeriggio del sabato infatti si è consumato all’insegna di glicemie sempre perennemente al di sopra di 200, conseguenza  verosimile dei grassi che hanno caratterizzato il mio pranzo.

    L’approccio alla cena si presenta molto migliore con una  glicemia di 138.

    Come oramai è mio solito fare da quando sono in terapia con microinfusore, prima di una gara o di un allenamento importante in programma per l’indomani mattina non riduco l’entità del bolo né della basale. A differenza di quando in multiiniettiva invece,  riducevo quanto meno la lantus.

    Calcolo per la cena del sabato  una quantità di circa 100 gr di CHO (90/100 gr di pasta più  60/70 gr di pane), e mi somministro un bolo di 6,6 unità in modalità onda doppia  (60% immediato e 40% a partire da 90’ dopo la cena), per arginare possibili  effetti  di rimbalzo  sulla glicemia a causa dei grassi presenti nel  condimento della pasta e nel secondo di carne.

    La strategia sembra funzionare poiché quasi 4 ore dopo cena la glicemia è di 133.

    Alle 4:30 invece rilevo una glicemia di 245 e faccio un bolo di correzione di 2,4 U.

    Alle 6:30 al risveglio, la glicemia risulta ancora fuori  range. 213. Inizio a revisionare il mio usuale comportamento. Ovvero, poiché non reputo di buon senso saltare la colazione,  ma neppure pensare di non fare nessuna somministrazione (come sono abituato a fare normalmente   prima di un allenamento impegnativo), opto per una colazione molto spartana ma che mi permetta di introdurre un po’ di CHO e proteine e di fare un po’ di insulina.

    La colazione si rifà a due piccole fette di pane (stimo circa 25 gr di CHO), con una fetta di prosciutto cotto. Faccio un bolo di 2 unità e rimando a più tardi la riduzione della basale che sono solito rimodulare durante una gara o un allenamento mediamente lungo.

    Mezz’ora prima della partenza  una glicemia di 300 misurata con il glucometro mi mette veramente in crisi.

    1. continuo a non comprendere cosa sia capitato nel corso della notte che ha determinato l’IPER registrata.
    2. mi domando se iniziare una 30 km in quelle condizioni sia opportuno.

    Decido per iniziare la gara verificando costantemente l’andamento glicemico attraverso il sensore che ci è stato installato il giorno precedente, e confido che lo sforzo fisico prodotto  determinerà l’’auspicata normalizzazione della glicemia. Riduco la basale come mio solito fare del 60% e passo così ad una somministrazione di 0,4 U/h anziché di 1 U/h.

    Dopo 5 km glicemia 292 (rilevata con sensore), faccio un bolo di 1 U sperando che questo non mi presenti il conto successivamente con un calo glicemico repentino.

    Al 10° km glicemia 282 (rilevata con sensore), non faccio nessuno bolo  perché mi convinco  che a questo punto  l’ago cannula o il micro  non funziona correttamente anche se da quest’ultimo,  in quel caso,  avrei dovuto avere dei  messaggi di errore. Decido di arrivare al 15° km con la speranza che il presidio medico abbia con se delle penne di insulina. In caso contrario le decisione sarà mio malgrado di ritirarmi onde evitare guai  dovuti  allo sforzo fisico fatto in presenza di tali glicemie (e chetoni?).

    Al 15° km non trovo insulina, ma mi viene misurata la glicemia con il glucometro,  e, con grande sorpresa emerge  una bella differenza tra il sensore che ancora rende un valore eccessivo pari a 252 ed il valore capillare di 179. A quel punto mi rincuoro e decido  che posso affrontare i restanti 15 km  con serenità e sicurezza  e senza sorprese. Peraltro la differenza delle glicemie mi servirà  per impostare una sorta di proporzione tra quello che leggo sul ricevitore e ciò che probabilmente è il dato reale, e con questo   gestire  l’altra metà della gara.

    Sempre da  quel momento in poi ad ogni rifornimento assumo solo sali minerali nella misura di circa mezzo bicchiere per volta, senza integrare con altri zuccheri e/o alimenti fino al termine.  Non so quantificare il valore in CHO dei Sali ingeriti, anche perché non ho idea di quale marca fossero.  In assoluto è comunque la primissima occasione dove pur affrontando un percorso così lungo, non ho necessità di integrare con zuccheri semplici e/o complessi.

    Durante la seconda metà del percorso, dopo aver scaricato le tensioni causate dal dover correre con valori di glicemia elevati, ritrovo energia e motivazione. Faccio miei gli incitamenti di chi ai lati della strada incoraggia i propri amici e familiari impegnati nella corsa e finalmente conquisto Dobbiaco.

    All’arrivo non avendo un glucometro non misuro subito la glicemia, ma solo dopo circa 20 ‘ e dopo aver ingerito un GLUCOSPRINT con 10 gr di CHO.  Valore rilevato 135.

    Al rientro in albergo intorno alle 16:00 sostituisco il set di infusione e misuro una glicemia di 281.

    Alle 17:30 circa mangio un toast (stimo circa 50 gr CHO), e faccio un bolo di 6 U.

    Alle 20:00 glicemia 112.

    A casa con calma cercherò di comprendere meglio cosa è accaduto. Naturalmente sono gradite osservazioni e valutazioni.

     

    Un abbraccio a tutti.

    Marcello Grussu

    0 1184

    CAMPIONATO EUROPEO 1O KM SU

    STRADA PER ATLETI CON DIABETE

     

    I° Campionato Europeo Atleti Diabetici

    II° Campionato Nazionale ANIAD

    10 Km su strada, nell’ambito del V° Trofeo Hernica Saxa

     

    Anagni (FR) 29  giugno 2014 ore 21:30

    E’ indetto il I° Campionato Europeo Atleti Diabetici e II° Campionato Italiano ANIAD di 10 Km su strada.

    I campionati si svolgeranno ad Anagni (Frosinone) il 29 giugno 2014 e saranno inseriti nell’ambito del V° Trofeo Hernica Saxa organizzato dalla società Runners Club Anagni, oltre che nel circuito 2014 come tappa “CORRI REGIONE”.

    I campionati sono organizzati da ALAD, sezione regionale laziale dell’ANIAD Onlus e sono supportati dal gruppo di studio interassociativo SID e AMD sull’attività fisica delle persone con diabete (GAF). Obiettivo generale dell’evento che li ospita è dimostrare che, se ben curata e allenata, la persona con diabete è in grado di praticare un’attività sportiva anche a livelli di impegno elevati. Obiettivo specifico è creare i presupposti di un’alleanza forte che inserisca appieno la persona con diabete nell’ambito del team diabetologico.

    E’ prevista infatti anche la partecipazione a una camminata libera a tutti coloro che ne hanno voglia compresi diabetologi e infermieri, come parafrasi del lavoro di gruppo e del team diabetologico su una distanza di circa 3.3 km.

    IMPORTANTE:

    Sarà predisposto un trasporto da Roma ad Anagni e viceversa + alloggio gratuito in albergo per i primi 20 atleti italiani e 25 stranieri che si iscrivono entro il 30 aprile 2014, invece per gli atleti italiani la data di scadenza iscrizione e’ per il 10 maggio; dopo tale data sarà disponibile un pacchetto atleta agevolato.

    E’ gradito che le Nazionali straniere che parteciperanno al Campionato Europeo Atleti Diabetici gareggino con i colori dei  completi  sportivi della propria Nazione.

    PROGRAMMA

    Sabato 28 giugno

    Ore  14.00-19.00 Arrivo dei partecipanti e sistemazione in hotel.
    Ore  20.30 Cena nel ristorante Hotel che ospita gli atleti italiani e stranieri.
    Ore 22.00 Consegna di pettorali, chip e completino per gli atleti italiani (da indossare nella gara).

     

    Domenica 29 Giugno

    Ore 07.45 Prima colazione in hotel.
    Ore 08.30 Inizio Conferenza
    Ore 13.30 Pranzo presso il ristorante dell’Hotel.
    Ore 18.45 Ritrovo presso Porta Celere di Anagni per partenza.
    Ore 19.00 Partenza camminata di 3.3 Km
    Ore 20.00 Partenza V° Trofeo Hernica Saxa
    Ore 21.30 Partenza campionati atleti diabetici.  *

     

    Lunedi 30 giugno

    Ore  08.00 Prima colazione
    Ore  09:00 Saluto e partenza degli atleti per Fiumicino e Ciampino.

     

     

    NovoNordisk S.p.A.                                       Roche Italia

    Coca Cola

     

    MODULO DI ASSUNZIONE DI RESPONSABILITÀ

     

    Il/La sottoscritto/a………………………………………………nato/a………………………………………….

    il …………………………, avendo preso visione del programma del II° Campionato Nazionale di 10 km su strada che si terrà ad Agnagni (Frosinone) il 29 giugno 2014, acconsente a partecipare al V° Trofeo Hernica Saxa ……………………………………………………………………………………………..…….. (specificare la competizione da effettuare) sollevando da ogni responsabilità gli organizzatori.

    Come da protocollo di partecipazione:

    1. Allega il tesserino FIDAL oppure il certificato di idoneità agonistica* atleti Italiani;
    2. Per gli atleti stranieri tesserino propria federazione Nazionale.

     

     

    *Il documento può essere scannerizzato oppure inviato tramite fax allo  0775/726193

     

     

    Data……………………………………………..

     

    Firma

    _____________

    Per info ed invio schede compilate contattare Mauro Menenti cell. 3937343843

    E-mail mauro_menenti@hotmail.it

    Fax. 0775/726193

     

     

    SCHEDA DI ADESIONE AL  CAMPIONATO DI 10 KM SU STRADA ANAGNI 2014

    Cognome e nome/Codice fiscale
    Data e luogo di nascita
    Indirizzo di residenza
    Numero telefonico
    e-mail
    Tipo di diabete
    1. tipo 1                    tipo 2
    Anno di esordio del diabete
    Terapia in atto

    –          Ipoglicemizzanti orali

    –          Insulina in multi iniettiva

    –         Insulina con microinfusore

    Nome e posologia giornaliera………………………………………….

    Nome e unità totali (media giornaliera)………………………….

    Nome e unità totali (media giornaliera)…………………………Ultimo valore di Hb glicata rilevato………(valori normali di laboratorio)……..Peso (ultimo rilevato)/altezza Ultima esperienza di mezza maratona/risultato Ultima esperienza sulla distanza di 10km/risultato Ultima esperienza podistica/risultato Altre esperienze sportive non podistiche

    1. ……………………………………………….
    2. ……………………………………………….
    3. ……………………………………………….

    Per l’evento di Anagni del 28.29 giugno 2014 richiede adesione a:Gara Podistica

     

    • Camminata 3,300 Km…………………
    • Gara podistica..………..………….…

     

    Esprimo il mio consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della legge 675/96

     

    Data…………………………………………..                                        Firma…………………………………

    0 1142

    PARTECIPANTI E CLASSIFICA FINALE

    COGNOME NOME PROVENIENIENZA Diabete tempo POS. ASSOLUTO POS.  CATEGORIA
    1 Colussi Luca S. GIORGIO DI NOGARO tipo 1 1h 28′ 22” 91 19
    2 Menenti Mauro ANAGNI tipo 1 1h 31′ 03” 135 30
    3 Manca Alsessandro SOLARUSSA tipo 1 1h 32′ 21” 158 33
    4 Fimiani Salvatore NAPOLI tipo 1 1h 35′ 16” 229 57
    5 Sebis Marco SAN GAVINO MONREALE tipo 1 1h 41′ 53” 368 70
    6 Mancosu Salvatore SENEGHE tipo 1 1h 41′ 57” 372 55
    7 Tiddia Giovanni TEULADA tipo 1 1h 43′ 31” 408 39
    8 Musu Manuela QUARTU SANT’ELENA TIPO 1 1h 43′ 47” 414 3
    9 Tetti Ugo MARRUBIU tipo 2 1h 43′ 54” 417 11
    10 Saulig Pierpaolo UTA tipo 2 1h 46′ 27” 461 68
    11 Lorenzo Bianchi COLLEFERRO psicologo 1h 47′ 24” 475 36
    12 Zucca Giampaolo CABRAS tipo 2 1h 50′ 50′ 537 86
    13 Mameli Benedetto SIAMAGGIORE tipo 1 1h 52′ 23” 558 97
    14 Gigante Alfonso NUORO diabetologo 1h 59′ 33” 634 101
    15 Firinu Anna ORISTANO tipo 1 2h 15′ 13” 699 12
    16 Giacomodonato Rocco PORTOCANNONE tipo 2 2h 28′ 32” 716 129
    17 Corriga Carmine BAULADU tipo 2 2h 37′ 51” 718 109
    18 Grussu Marcello ORISTANO tipo 1
    19 Ippolito Enrico PARMA tipo 1
    20 Priori Giuliano SEGNI tipo 1
    21 Scrugli Giuseppe NUORO tipo 1
    22 Madau Gianfranco SOLARUSSA diabetologo
    23 Kornijenko Alionka S. GIORGIO DI NOGARO 1h 32′ 37” 163 4

     

    A.N.I.A.D. Sezione Sardegna onlus

    In collaborazione con A.N.I.A.D. NAZIONALE

    ed il patrocinio della Federazione Diabete Sardegna

    O R G A N I Z Z A N O  I L :

     

     

    13° CAMPIONATO NAZIONALE ANIAD DI

    MEZZA MARATONA

    PER ATLETI CON DIABETE

    Oristano 8 – 9 marzo 2014

    Premessa:

    Il prossimo 9 marzo 2014 si correrà ad Oristano la prima edizione della mezza maratona del Giudicato di Oristano, una gara omologata e certificata FIDAL di livello regionale alla quale sarà abbinata una gara non competitiva, e il campionato nazionale di mezza maratona per Operatori della sanità.

     

    Nell’ambito della manifestazione, l’ANIAD Sardegna onlus, già soggetto organizzatore della stessa insieme a:

    Marathon Club Oristano, Runners Oristano e UPS onlus di Cagliari, intende realizzare il 13° campionato nazionale di mezza maratona per atleti diabetici, in continuità con le precedenti edizioni ed in coerenza soprattutto con le finalità per le quali l’ANIAD si è costituita.

     

    Per poter partecipare occorre soddisfare i seguenti requisiti:

     

    1. essere tesserato per una Società affiliata FIDAL per il 2014, o in alternativa con un ENTE di Promozione (sezione atletica), per l’anno 2014, regolarmente riconosciuto dalla FIDAL;

     

    1. essere in regola con la certificazione di idoneità alla pratica dell’attività sportiva agonistica dell’atletica leggera alla data del 9 marzo 2014.

     

    1. Compilare l’apposito modulo di iscrizione ed inviarlo scannerizzato ed accompagnato dalla copia della tessera FIDAL  e/o di altro ENTE di Promozione, all’indirizzo mail :  aniadsardegna@tiscali.it

     

     

     

     

     

    PROGRAMMA DI MASSIMA

    (gli orari allo stato attuale sono altamente indicativi)

     

    Sabato 8 marzo

     

    Ore 13:00 – arrivo e assegnazione camere

    Ore 14:00 –  Pranzo (il pranzo potrà essere garantito solo a quanti potranno arrivare in tempo utile)

    Ore 15:30 –  visita al Centro storico di Oristano

    Ore 17:30 –  Convegno

    Ore 20:00 –  Cena

     

     

    Domenica 9 marzo

     

    Ore 8:00     Ritrovo degli atleti

    Ore 9:30     Partenza della gara

    Ore 13:00   Pranzo

    Ore 14:00   Assegnazione del titolo di campione italiano ANIAD di mezza maratona

     

    Ore 16:00/17:00 transfer per aeroporto di Cagliari

     

     

    MODALITA’ DI ARRIVO AD ORISTANO

     

    Dall’aeroporto di Cagliari-Elmas, è possibile raggiungere la stazione ferroviaria di Cagliari attraverso l’uso di un treno appositamente in servizio (la frequenza è circa uno ogni 20 minuti e la percorrenza di circa 7 minuti), dalla stessa poi si potrà utilizzare uno dei diversi treni regionali con direzione Oristano la cui frequenza è di uno ogni 40 / 60 minuti (percorrenza 60 / 75 minuti).

    Nei limiti delle possibilità, in alternativa al treno, e/o per eventuali arrivi particolarmente disagiati, valuteremo l’opportunità di un apposito transfer con autoveicoli direttamente dall’aeroporto ad Oristano a cura di ANIAD.

    Tale ultima condizione dovrà essere ben specificata e dettagliata con gli orari, nel modulo di adesione.

     

     

    SISTEMAZIONE

     

    La sistemazione è prevista all’interno di un’idonea struttura alberghiera, normalmente in camera doppia, con  servizi in camera e la possibilità di consumare la colazione la mattina prima della gara.

    E’ altresì garantita la possibilità di utilizzare l’appartamento per la doccia del dopo gara.

     

    COSTI 

    Compatibilmente con le risorse disponibili auspichiamo  di poter sostenere la trasferta per 25 atleti, fatta eccezione per le spese di viaggio.

     

    A tal fine è auspicabile che sin dal ricevimento di questa prima circolare ci si affretti a compilare ed inviare il modulo di adesione.

    Ed in ogni caso la data ultima per iscriversi è fissata al 15 febbraio 2014.

     

    Con l’invio delle  prossime circolari saremmo certamente più esaurienti.

    I costi degli eventuali accompagnatori non potranno essere a carico di ANIAD.

    Sarà possibile anticipare l’arrivo o posticipare la partenza, ed in tal senso occorrerà indicarlo contestualmente all’adesione.

    Naturalmente pur potendo  assicurare sempre l’identico trattamento economico, eventuali arrivi anticipati e partenze posticipate non potranno essere a carico di ANIAD.

     

    Vi saluto tutti calorosamente, a presto.

    Marcello Grussu

     

    Recapito Telefonico: 340 0543583

    MAIL :   marcellogrussu@tiscali.it     aniadsardegna@tiscali.it

    Resta in contatto